Famiglie spezzine

12,00

Disponibile
Sfoglia la lista dei desideri
Sfoglia la lista dei desideri
COD: P2 Categoria:

È un contributo prezioso alla memoria della città questo lavoro di Salvatore Amedeo Zagone che ha raccolto i servizi dedicati alle grandi famiglie spezzine, pubblicati nell’arco di alcuni mesi sul Secolo XIX. La saga delle famiglie che da generazioni intrecciano le loro storie con quelle di Spezia rappresenta un tesoro di conoscenze per molti versi inesplorato. Zagone, con la tenacia e l’entusiasmo di un archeologo, ha cercato di ricostruire le vicende di personaggi che hanno legato il loro nome ad importanti avvenimenti o che, più semplicemente, sono stati testimoni di quegli avvenimenti. Sfogliare l’album delle grandi famiglie, in fondo, aiuta a rafforzare il senso di appartenenza ad una città che era diventato un vezzo descrivere apatica e indolente. Una città, si è arrivati a dire, cresciuta “nonostante gli spezzini”.

Autore

Salvatore A. Zagone

Anno

2002

Pagine

185

ISBN

9788897070450

L'autore

Salvatore Amedeo Zagone è nato alla Spezia, dove vive – egli sostiene – la sua terza giovinezza grazie a rassicuranti parentesi latinoamericane estive. In effetti, La Spezia per lui fu sempre la sede dei ritorni alla Fusco dopo brevi, lunghi, più lunghi, lunghissimi periodi di lontananza: dalle iniziali scappate giovanili in giro per l’Italia e per la vicina Europa, ai tempi degli studi universitari e del “precariato”– come lo chiama lui – giornalistico a Genova (ove pure si fece le ossa), ai fortunosi viaggi nell’Europa remota, in Medio Oriente, in Africa; dalla stagione della “dimensione borghese” trascorsa in Valtellina ove – com’egli afferma – s’adattò all’insegnamento delle lettere alternato tuttavia, “per non soffocare”, a fughe periodiche connesse con le ricerche di materia viva per i suoi “pezzi da inviato”, all’esilio in Sudamerica invidiatogli da molti durante il quale fece l’operatore culturale per il Governo, diresse Istituti di Cultura, fu Addetto Culturale d’Ambasciata, ma anche il corrispondente di giornali e di agenzie di stampa. Con le Edizioni Cinque Terre ha anche pubblicato Letteratura e civiltà (2003), I letterati spezzini non fan letteratura (2004), Le osterie della Spezia (2006) e A Spèza la se disa… (2006).