La Spezia e l’Arsenale

12,00

Non Disponibile

Esaurito

Sfoglia la lista dei desideri
COD: P9 Categoria:

Nel libro l’annosa questione se l’Arsenale fu per la Spezia beneficio o danno, viene affrontata con un approccio che supera il luogo comune per aprire nuove prospettive. In modo originale si disegna lo scenario della Spezia quale sarebbe oggi se l’impianto militare non si fosse realizzato o se le sue dimensioni si fossero contenute. Il saggio, inoltre, lega la vicenda spezzina al panorama più grande che viene spesso dimenticato quando si scrivono le tante piccole avventure locali che della Macrostoria costituiscono gli addendi. Mentre ferve il dibattito (politico, culturale, economico, civile) sul futuro della Spezia, riflettere sul periodo in cui si decise il modello di sviluppo per la Città ottocentesca, può costituire un indubbio apporto chiarificatore. Al di là della loro valenza culturale, anche gli altri contributi aiutano per meglio definire come ci collochiamo su argomenti attuali, proponendo le modalità della comunicazione quali indicatori aggiuntivi della linea evolutiva di un assetto sociale. Per la migliore conoscenza del territorio, si propongono poi documenti di fatto inediti. Pur in situazioni di sola contiguità, i contributi aprono nuove prospettive che, collocando la piccola Città prearsenalizia nell’ambito internazionale, delineano contesti e situazioni finora non indagati.

Autore

Alberto Scaramuccia

Anno

2006

Pagine

210

ISBN

9788897070498

L'autore

Alberto Scaramuccia rivolge da tempo la sua attenzione ad argomenti legati al territorio spezzino, proseguendo un’attività che ne ha anche caratterizzato l’opera di docente svolta fino a tre anni fa. Dall’esperienza fra i banchi deriva anche un’altra tematica verso cui ha rivolto l’attenzione: la comunicazione ed i suoi presupposti teoretico-epistemologici, per cui l’indagine sulla trasmissione del messaggio si è coniugata all’analisi delle Nuove Tecnologie Informatiche. L’attenta ed accurata osservazione si è fatta studio che ha prodotto saggi e contributi pubblicati negli Atti di importanti Convegni promossi da Università, per cui ha ricevuto apprezzamenti e sollecitazioni a proseguire nella ricerca.